Giuseppe Loi
Vista dell'installazione ambientale di "Le tende", Fondazione Giuseppe Siotto, Cagliari, 2020.
Collezione Fondazione Siotto.
Ph: Francesca Ledda
1 / 2 ‹   › ‹  1 / 2  › pause play enlarge slideshow
Vista dell'installazione ambientale di "Le tende", Fondazione Giuseppe Siotto, Cagliari, 2020.
Collezione Fondazione Siotto.
Ph: Francesca Ledda
Particolare dell'installazione ambientale di "Le tende", Fondazione Giuseppe Siotto, Cagliari, 2020.
Collezione Fondazione Siotto.
Ph: Francesca Ledda
2 / 2 ‹   › ‹  2 / 2  › pause play enlarge slideshow
Particolare dell'installazione ambientale di "Le tende", Fondazione Giuseppe Siotto, Cagliari, 2020.
Collezione Fondazione Siotto.
Ph: Francesca Ledda
Le tende, 2018.
Fotografie analogiche, stampa c-print, lenzuola, stoffa, acrilico, inchiostro, pizzo, misure ambientali.

Luoghi passati che segnano il presente e si proiettano verso un futuro. Un diario visivo e tattile che risponde alla domanda “Chi sono io?”. L’opera incorpora vari materiali cari sia alla tradizione sarda, sia alla nostra epoca contemporanea. La Tenda, come oggetto, preserva e funge da limen di una dimora, tra lo spazio privato e lo spazio pubblico dell’individuo.
Ogni fotografia utilizzata, così come ogni filo ed ogni tessuto inserito nel lavoro, sono elementi che contraddistinguo il nostro vivere di oggi. L’intento del lavoro è quello di porre nuovi punti interrogativi sui tanti temi personali e sociali cari all’individuo, come ad esempio: l’identità, intesa come apparato individuale che si espande nella collettività e la perturbanza degli spazi limite, fisici e mentali, di un passaggio.
Link
https://www.giuseppeloi.it/le_tende-p21431

Share link on
CLOSE
loading